COOPERATIVA GARDEN MATTARANA

anteprima_garden-mattarana

A Verona c’è l’Eden, è il garden Mattarana

L’uomo diventerebbe folle di sogni se i fiori brillassero nel cielo e non ai suoi piedi”. Partiamo da questa frase di Grigore Vieru per raccontarvi una delle più semplici e stupende esperienze di vita e di lavoro che si stanno sviluppando nel Veronese. Siamo in via Falcona, nella cintura urbana della città di Giulietta e Romeo e qui, ad agosto del 2014, tre amici hanno deciso di aprire uno spazio di speranza, un garden: il Mattarana Garden. Un giardino dove nascono piante e fiori, dove si commercializza il verde e dove si coltivano sogni. Perché l’amministratrice e presidente della cooperativa Daniela Cecchella, non ha dubbi. “Il nostro obiettivo non è far soldi, è rendere sempre più bello il garden”. Uno stile, un obiettivo di vita e una speranza che sembra esser stata capita dai clienti. Perché in pochi mesi si è creata una eletta schiera di appassionati e amanti della natura che passano di qua, guidati dai due soci di Daniela, che prima di tentare questa avventura lavorava da dipendente e che, licenziata, ha deciso di inseguire i propri sogni.

La gente apprezza le nostre piante, ama come cambiamo il mondo attorno a loro”. Perché quando si entra nell’Eden verde di Verona è come varcare la soglia di un paradiso terrestre che cambia vita e colori in base alle stagioni. Immaginate il Natale, qua dentro. O la Pasqua. O una calda estate. Ci sono le piante che rendono l’atmosfera, gli arredamenti, le luci. “Adoriamo smontare e rimontare tutto, abbiamo centinaia di specie e sottospecie di piante che coltiviamo a seconda dei periodi”, fa sapere ancora l’amministratrice. Citiamo a questo punto un proverbio turco: chi non ha pane, ma compera fiori, è un poeta. Per introdurre, per antitesi, anche un nuovo concetto innovativo, eccellente, dentro il garden. La scelta imprenditoriale è stata infatti quella di valorizzare la verticalità e l’inventività negli spazi. “Praticamente, lavoriamo su più piani invece che distribuire a terra le nostre piante”, spiegano. “E ciò garantisce un risparmio notevole in termini di elettricità e costi di gestione. Così i nostri fiori costano pure meno”. Appunto, c’è la crisi. E non tutti sono poeti, può capitare di non comperare un fiore per paura di spendere troppo. Per questo la vulcanica fantasia dei tre soci ha inventato uno spazio, battezzato “l’outlet delle piante”, che clona il modello degli spazi di vendita delle griffe. “Selezioniamo di volta in volta una decina di piante e le mettiamo in vendita senza orpelli o decorazioni”, fanno sapere. “Così il prezzo finale per il cliente cala. Noi ci guadagniamo poco, ma d’altro canto non importa. Se riusciamo a diffondere la cultura dei fiori e delle piante per noi è anche troppo”. Galileo Galilei diceva che “le cose sono unite da legami invisibili, non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella”. Provate a visitarlo, questo magico giardino dei fiori segreti. Magari qualche stella si turberà, ma voi tornerete a casa più felici, sorridenti. E sai mai, con un mazzo di fiori in mano e un amore da ricordare.

COOPERATIVA GARDEN MATTARANA

Via Falcona, 2
Verona
Tel. 045976792
Web: www.coopgarden.biz